Aneurismi cerebrali

Clipping di aneurisma dell’arteria cerebrale media


clipping

Caso di aneurisma rotto dell’arteria cerebrale media di destra, condizionante un’emorragia cerebrale sub-aracnoidea massiva.
Nella Figura A è rappresentata la ricostruzione tridimensionale dell’aneurisma prima dell’intervento chirurgico.
La Figura B illustra lo studio angiografico pre-operatorio (la freccia in rosso mostra la dilatazione aneurismatica). Il Paziente è stato sottoposto ad intervento chirurgico in regime di emergenza di craniotomia e clipping (esclusione mediante clip metallica posizionata sul colletto della dilatazione aneurismatica). Visto il quadro di estremo edema cerebrale la teca cranica è stata inviata alla banca dell’osso e il Paziente per un periodo è rimasto decompresso (ovvero privo dell’opercolo osseo, successivamente riposizionato una volta risolta la fase acuta).
La Figura C corrisponde alla TC post-operatoria che mostra la clip chirurgica in sede e la decompressione del cervello mediante asportazione di parte della calotta cranica.
La Figura D mostra l’angiografia cerebrale dopo l’intervento con la completa esclusione dell’aneurisma dal circolo e la preservazione dell’integrità del flusso sanguigno cerebrale.

Clipping di aneurisma dell’arteria comunicante anteriore


Caso di estesa emorragia cerebrale spontanea (segnale iperdenso/bianco freccia azzurra Figura A) a seguito della rottura di un aneurisma cerebrale a livello dell’arteria comunicante anteriore (immagine tondeggiante, ingrandita nei riquadri azzurri, Figura B e C). Dopo l’intervento l’aneurisma è stato completamente escluso dal circolo mediante l’applicazione di clips, arrestando l’emorragia e mantenendo integri i vasi sanguigni del circolo cerebrale come dimostrato dallo studio angiografico (Figura E econ relativi ingrandimenti nei riquadri rossi). La TC di controllo documenta gli esiti dell’intervento con la preservazione dell’integrità del tessuto cerebrale (Figura D).